lunedì 16 aprile 2018

CON LA SIRIA, CONTRO I GANGSTER, CONTRO I CERCHIOBOTTISTI




Chi si illude che con gli attacchi missilistici di sabato l'Idra Usa-UK-Francia-Israele-Arabia Saudita abbia concluso un genocidio in Siria che va avanti da 7 anni, mena il can per l'aja. Questi regimi-gangster sono impegnati a spazzare via, con il mondialismo delle armi e dell'economia, ogni realtà statuale e nazionale dissidente e a ricostituire il colonialismo dei secoli precedenti. Non mollerano l'osso se non quando costretti dai costi eccessivi .o da un rifiuto di massa nel mondo. Come col Vietnam.

Per ora l'infinita resilienza e il fantastico coraggio dei combattenti siriani e di tutto quel popolo, guidato da uno straordinario presidente, l'impegno eroico di Hezbollah e degli iraniani, la generosa e preziosissima assistenza dei russi (quando finalmente i sistemi di difesa antiaerea S-300 e 400?), hanno tenuto testa all'Uccidente, ai suoi vassalli, ai suoi sguatteri (noi).



E' ammissibile che si rimanga alla finestra a guardare altri battersi per noi, per la salvezza di tutti? Riusciremmo ancora a guardarci allo specchio?

2 commenti:

Fabio Matala ha detto...

Ogni persona (me compreso) che non farà nulla e si limiterà a dire che è una guerra sbagliata ecc ecc sarà complice di quanto succede...mi spiace ma non vedo alternative a una guerra contro USRAELE e soci...a cominciare da noi "sguatteri" degli USA...tutti complici..."...o insomma...che c'è da mangiare stasera ? "...."...domani mi alzo alle 8 devo andare a lavorare ..."

Anonimo ha detto...

Ciao Fulvio...ho condiviso il manifesto con un mio amico sindacalista della Cgil...mo vediamo che mi risponde quel democristiano...
Francamente non si può più sopportare l'arroganza dell'impero anglosionista e dei suoi scagnozzi.