lunedì 16 aprile 2018

CON LA SIRIA, CONTRO I GANGSTER, CONTRO I CERCHIOBOTTISTI




Chi si illude che con gli attacchi missilistici di sabato l'Idra Usa-UK-Francia-Israele-Arabia Saudita abbia concluso un genocidio in Siria che va avanti da 7 anni, mena il can per l'aja. Questi regimi-gangster sono impegnati a spazzare via, con il mondialismo delle armi e dell'economia, ogni realtà statuale e nazionale dissidente e a ricostituire il colonialismo dei secoli precedenti. Non mollerano l'osso se non quando costretti dai costi eccessivi .o da un rifiuto di massa nel mondo. Come col Vietnam.

Per ora l'infinita resilienza e il fantastico coraggio dei combattenti siriani e di tutto quel popolo, guidato da uno straordinario presidente, l'impegno eroico di Hezbollah e degli iraniani, la generosa e preziosissima assistenza dei russi (quando finalmente i sistemi di difesa antiaerea S-300 e 400?), hanno tenuto testa all'Uccidente, ai suoi vassalli, ai suoi sguatteri (noi).



E' ammissibile che si rimanga alla finestra a guardare altri battersi per noi, per la salvezza di tutti? Riusciremmo ancora a guardarci allo specchio?

7 commenti:

Fabio Matala ha detto...

Ogni persona (me compreso) che non farà nulla e si limiterà a dire che è una guerra sbagliata ecc ecc sarà complice di quanto succede...mi spiace ma non vedo alternative a una guerra contro USRAELE e soci...a cominciare da noi "sguatteri" degli USA...tutti complici..."...o insomma...che c'è da mangiare stasera ? "...."...domani mi alzo alle 8 devo andare a lavorare ..."

Anonimo ha detto...

Ciao Fulvio...ho condiviso il manifesto con un mio amico sindacalista della Cgil...mo vediamo che mi risponde quel democristiano...
Francamente non si può più sopportare l'arroganza dell'impero anglosionista e dei suoi scagnozzi.

paolo ha detto...

A quando lo sputtanamento dei grullini?

Mauritius ha detto...

ho visto e letto i commenti frequentemente ridicoli dei media mainstream....li avete visti (spesso la tv spazzatura è la rappresentazione più notevole)???
Scontato che Putin sia un mostro che vuole soggiogare il medio oriente (non Israele che viola il diritto internazionale una volta alla settimana e che attacca militarmente spesso con aerei militari Siria, Iran e qualsiasi forza o paese a ad Israele sgradito)....scontato che la Russia ha fatto cose indicibili per coprire le manovre militari della Siria (quando invece i terroristi supportati da Arabia / Usa ed Israele smembravano la Siria erano rose e fiori)....dato per scontato che i gas criminali siano realmente stati lanciati sulla popolazione civile (mentre io non trovo ovunque una prova ineccepibile) e soprattutto scontato che ammesso siano stati utilizzati gas siano stati i Siriani ad utilizzarli....
oramai l'informazione è un circo ridicolo e penoso
da mesi e continuerò mi rifiuto di vedere i tg e leggere quotidiani che si danno insulsamente arie di informazione equilibrata...a parte qualche volta per verificare cosa osano dire questi giornalisti e questa informazione finto imparziale
siamo ai dispacci della CIA ripetuti dall'informazione
avete visto quel giornalista condannato perché ha verificato sul posto invece che ripetere dispacci della polizia? Siamo a questo?
Io credo veramente che siamo ad un passo dalla III guerra mondiale
e non dico che la Russia sia un bel posto!!! Russia e Cina sono due plotocrazie come gli Usa ma almeno riducono l'arroganza e la violenza dell'impero Usa
il mondo è migliore con alcune potenze e potenze di media grandezza che moderino arroganze e pretese assurde di uno solo
ma non basta....un mondo diverso è sempre più necessario per salvare il mondo dalla distruzione umana

alex1 ha detto...

Mi chiedo come mai le forze russe hanno consentito il bombardamento degli aerei israeliani all'aeroporto di Palmira (a proposito, dove sono quelli che si strappavano i capelli quando l'Isis saccheggiava il patrimonio storico di Palmira?) sempre che di aerei si trattava. Possibile che il sistema di difesa ha fermato decine di missili Tomahawk, ci dicono, e non sono in grado neanche di alzare aerei in volo e scoraggiare i bombardieri nemici? Mi convinco sempre di più' che lo scopo di Putin e' quello di limitare i danni e non vuole forze una vittoria decisiva per la Siria. Similmente alle repubbliche del Donbass, vuole risolvere con un negoziato ad ogni costo. Negoziato che ne' lo stato profondo Usa, ne' la UE vuole. Forse spera di convincere Trump ad abbandonare le guerra condotta per conto di Israele? Ma deve offrire la contropartita di una Siria divisa, indebolita, senza risorse economiche ed espropriata de facto di oltre un terzo di territorio e dei confini con Iran ed Iraq? In fondo come ho spesso sentito dire...Israele sono solo sei milioni, non possono rompere i ... e pretendere di decidere per tutti sempre e comunque.

Anonimo ha detto...

Siria, Brasile, Venezuela....Nicaragua http://www.resumenlatinoamericano.org/2018/04/21/grupo-opositor-nicaraguense-ensaya-golpe-suave-manipulando-a-los-jovenes-y-fracasa-en-el-intento/ http://www.estrategiaynegocios.net/newsletter/newsletter2015/1170346-330/nicaragua-estallan-protestas-contra-la-reforma-a-la-seguridad-social Sembra che il modello destabilizzante si stia riproponendo anche in Nicaragua sotto la spinta bilaterale della destra padronale antisandinista e l'appena eletto governo (stile Renzi-Macron) del Costa Rica. I punti in comune sono diversi ma la convergenza è sempre sotto la guida euro-statunitense: Il canale in costruzione estromettendo compagnie yankee è stato affidato a Cina, per la costruzione, e alla Russia per la sicurezza delle acque territoriali con aperture e disponibilità all'aviazione russa -in ricordo dei contras addestrati in Costa Rica- . La riforma pensionistica chiede l'aumento della quota delle compagnie private che evidentemente non hanno più mano libera. Il Costa Rica, spiaggia privilegiata dall'eco turismo milionario (molti italian@ con nuova residenza ed attività) oltre alle ottime relazioni con l'eco-business statunitense e canadese ha il grosso delle rendite dalla vicinanza con Panama. Nota anomala è che il figlio di Gelli, Maurizio Gelli, è ambasciatore del Nicaragua, prima in Uruguay e tuttora proprio in Canada, magari la mossa è proprio giusta essendo a conoscenza di come i flussi italici si muovono in sud america, da San Paolo a Baires. Uruguay e Costa Rica sono due punti di forza della OEA insieme al Brasile golpeado e all'Argentina dissanguata. Sarà per questo che Pepe Mujica affidò la commercializzazione di cannabis a Soros, visto il tradimento arcobaleno(new age) che imperversa nella Svizzera dell'america latina.

Anonimo ha detto...

https://www.scientologyreligion.org/religious-expertises/brief-analyses-of-religious-nature-of-scientology/page1.html la saldatura tra scientology e movimenti religiosi (soprattutto cattolico-cristiani con beneplacito della comunità giudaica internazionalista e branche dell'islam in cerca di normalizzazione) è un fatto consolidato e transnazionale. La lega milanese ad esempio non vuole storicamente moschee ma ha tacitamente e monetariamente accettato il colosso di Los Angeles. Dagli Hell's ai City....angels. http://www.ministeriodiosproveera.org/