venerdì 4 settembre 2009

NOTA AGGIUNTIVA SUI PREDATORI DI ORGANI








Un compagno medico mi scrive correggendo alcuni dati del mio precedente post "Campioni di verità, Campioni di orrore", ove precisa che è pratica corrente nelle autopsie riempire poi il torace di sostanze varie. Bene. Giustamente però poi si chiede perchè mai gli israeliani pratichino autopsie su prigionieri o altre vittime palestinesi. Appunto. Infatti, come provato da infinite testimonianze, perchè ne hanno sottratto gli organi. Aggiunge che uno dei motivi potrebbe anche essere la verifica sui colpiti degli effetti delle nuove armi israeliane. Giusto. Aggiunge anche che per prelevare organi validi il cuore deve battere. O, mi permetto di dire io su suggerimento di altro medico, che abbia appena finito di battere e sia stato appropriatamente conservato. Per cui il rapimento di palestinesi feriti. E' di ieri il caso di un ragazzo palestinese colpito da un soldato israeliano vicino a Ramallah. L'ambulanza della Mezzaluna palestinese voleva caricarlo, ma ne è stato impedita in attesa dell'arrivo, poi immediato, dell'ambulanza israeliana, evidentemente attrezzata in modo da non permettere il deterioramento degli organi. Un'obbiezione del tutto valida, poi, è quella relativa a corpi sottratti alla tomba. Qui, la mia fonte, ha evidentemente sbagliato. Un corpo disseppellito è ormai inutilizzabile per trapianti. Quanto alla difficoltà di dimostrare il furto di organi, segnalata dal mio amico, ebbene il materiale emerso da anni in tutti i territori occupati, a volte confermato da fonti israeliane, ha ampiamente ridotto quella difficoltà. Ringrazio il mio interlocutore.

3 commenti:

edoardo ha detto...

Gent. Fulvio, ogni volta che leggo i suoi post mi si ghiacciano i denti.
Dunque, o lei è un pazzo bugiardo pagato da chissà chi per chissà quale scopo, oppure se tutto ciò che scrive e' VERO ( "quella" di Lockerbie giuro che è la prima volta che la sento) c'è da diventar pazzi.
Oppure? Divulgare in un mondo di sordi? Seguire qualche cialtrone di rosso vestito? Mollare tutto e raggiungere altri 4 gatti in montagna in qualche angolo sperduto? Mollare Grimaldi e cercar di rimediare veline per stordirsi? Completi lei, per favore, OPPURE?
grazie
edoardo

Francesca ha detto...

Aggiungo solo dei link sulla notizia del quindicenne Palestinese del campo Al Jalazone ucciso a nordest di Ramallah.
I militari Israeliani dopo aver rifiutato di consegnare il corpo al personale medico palestinese lo hanno portato in elicottero nell' ospedale militare "Hadassah Ein Karem".

http://www.paltelegraph.com/palestine/west-bank/2087-iof-murders-a-15-year-old-in-ramallah


Altro in Italiano :

http://www.infopal.it/leggi.php?id=12061

Anonimo ha detto...

Condizione legale per disporre di cuore, reni, fegato, polmoni, pancreas, intestino... pelle, ossa, tendini, cartilagine, cornee, valvole cardiache, vasi sanguigni... è che sia avvenuta la "morte encefalica" - com'è ovvio si può procedere anche illegalmente, su individui a tutti gli effetti ancora vivi (il che non è affatto escluso avvenga, e neppure di rado). A rigor di legge, meglio sarebbe dire a rigor mortis, occorre che l'individuo sia privo solo delle funzioni del cervello, così che gli organi e/o i tessuti da prelevare non risultino compromessi (già per questo motivo è più che giusta l'opposizione a tale prassi "scientifica", davvero da Kali Yuga - cfr. http://www.antipredazione.org/). Immaginiamoci un povero ragazzo palestinese, uno dei tanti massacrati ogni giorno. Gli sparano addosso. E' agonizzante. Arriva in "clinica" col cerebro ormai silenzioso. Nessun problema. Circa SEI ore devono passare prima che il suo corpo diventi cadavere inutilizzabile (cfr. http://www.portoazzurrosoccorso.it/donazione_organi.htm). Sei lunghe ore nelle quali i mostri possono orridamente espiantare a regola d'arte tutto quel che serve. Avanti il prossimo.

Joe Fallisi
(flespa@tiscali.it
www.nelvento.net)