venerdì 21 ottobre 2016

ALEPPO-MOSUL: GUERRA MORTALE TRA MENZOGNA E VERITA'






Ci hanno sommerso di immagini e lamenti da Aleppo Est, il quarto della città ancora sotto controllo dei terroristi, peraltro riforniti e rinforzati costantemente, specialmente durante le soste concordate tra russi e Usa; ci hanno riversato addosso tonnellate di storie
strappalacrime di quei finti soccorritori e autentici frodatori al fianco dei terroristi che sono gli Elmetti Bianchi, ci hanno esibito bambini insanguinati e ci hanno voluto far credere che ad Aleppo Est era in corso un infanticidio di 100mila bambini (su 25mila abitanti, non 250mila). Ma sono stati scrupolosissimi a occultarci qualsiasi danno o vittima provocati ad Aleppo Ovest, tre quarti della città, dove, ora dopo ora, si abbattono i colpi di mortaio, di artiglieria e le bombe a chiodi dei terroristi al soldo di turchi, Usa, Nato, satrapi del Golfo.

Come sempre, è la voce dell'altro che deve essere soppressa, è il terrore che si possa diffondere tra la gene un po' di verità. Ero lì quando hanno polverizzato la televisione di Belgrado, quella libica, quella irachena, quella siriana, sempre i primi obiettivi dei bombardamenti imperialisti. Ora hanno bloccato i conti bancari in Gran Bretagna dell'eccellente emittente televisiva russa RT (Russia Today) e hanno ricattato l'Ecuador perchè tagliasse la linea internet ad Assange, proprio mentre stava diffondendo altri materiali sui crimini della belva Hillary Clinton. Con questo video delle sofferenze e dei lutti dei civili siriani dimenticati dall'Occidente ad Aleppo Ovest, proviamo ad accendere una fioca luce su quanto i suoi carnefici fanno, negano e nascondono.


Aggiungo una considerazione non del
tutto peregrina. I terroristi Al Qaida-Al Nusra-Fateh al Sham, con prezzemolo di presunti moderati e PR Elmetti Bianchi, rifiutano la tregua concordata con i galantuomini russi dagli scaltri turchi-Usa-Golfo e se rifiutano l'offerta, anche del farlocco De Mistura, di togliersi dai coglioni salvando pelle e armi davanti a una vittoria di Damasco ormai sicura, non sarà perchè "irriducibili e fanatici combattenti per l'Islam", o, nell'altra vulgata, "democratici rivoluzionari per la democrazia in Siria"? O non sarà piuttosto perchè tra questi terroristi ufficiali sono incistati quelli ufficiosi di Nato, Usa, Israele Francia, GB, Italia e altro mercenariato imperiale? E un ritiro verso Idlib alla luce del sole ribadirebbe il pieno coinvolgimento, anzi la paternità, di questi mandanti rispetto aljihadismo terrorista che fingono di avversare (non combattere)?


Nel frattempo gli Usa e i sottopancia turchi e israelocurdi annunciano che la battaglia per Mosul sarà lunga e dolorosissima (Amnesty) per i civili. Contemporaneamente le truppe patriottiche irachene (Forze della Mobilitazione Popolare ed esercito) avanzano invece rapidamente e liberano decine di centri abitati. La coalizione occidentale apre una via di
fuga ai terroristi Isis verso la Siria e Raqqa e non si sogna di bombardare le colonne in scoperto movimento. L'aviazione di Baghdad, invece, le bombarda e distrugge- Dal che si deduce ancora una volta che c'è chi è forza nazionale, onesta e giusta, di liberazione, da sostenere, e chi ciurla nel manico per impedire che l'Iraq si ricomponga e per aumentare la pressione militare. su Damasco.

11 commenti:

rossoallosso ha detto...

@ Fulvio
domanda senza intento polemico ma da ignorante;Visto lo scarso peso politico di un Ecuador facilmente ricattabile perchè gli USA non si fanno consegnare direttamente Assange? Che sia più utile in clandestinità piuttosto che in galera?

alex1 ha detto...

Assolto l'unico imputato per l'omicidio Alpi e Hrovatin. Fatto venire come testimone per le violenze dei militari italiani in Somalia (qualcuno fu dichiarato colpevole di questo?) ed incastrato da due false testimonianze come colpevole. Qualcuno dei patentati democratically correct che appende striscioni sugli edifici più belli (l'hanno messo anche in Piazza del Duomo a Firenze) con la scritta "verità per Regeni" si agiterà appena un pò per la verità per Ilaria Alpi? Almeno la famiglia di lei ha avuto il merito di togliersi e prendere le distanze dall'associazione creata con il suo nome che sembra tutto facesse tranne che cercare la verità su quella drammatica storia. Sarebbe bello che anche la famiglia di Regeni facesse lo stesso. Ma non sembra abbia intenzione di farlo.

Fulvio Grimaldi ha detto...

rossoallosso@
Forse l'Ecuador di Correa non è tanto facilmente ricattabile, ma solo fino a un certo punto. E poi chiedere il taglio della connessione e pretendere la consegna sono due cose assai diverse. Può darsi che Ecuador e Assange abbiano anche ricevuto la promessa che presto o tardi Assange sarà lasciato uscire dall'ambasciata, magari fermando le rivelazioni.
Boh.

Anonimo ha detto...

Stasera al TG3 servizio di Riccardo Chartroux secondo il quale i peshmenga curdi starebbero liberando da soli Mosul mentre l'esercito iracheno fuggirebbe davanti ai miliziani dell'ISIS. Guai a mettere in buona luce l'esercito nazionale iracheno che, al pari di quello siriano, sta versando un'alto tributo di sangue per impedire la frammentazione del proprio paese.
E la NATO ha deciso di mandare proprie navi al largo della Siria per "monitorare" le azioni della flotta russa. Con particolare attenzione alle portaerei da dove "partono i caccia che fanno stragi di civili ad Aleppo". E da noi tutti convinti che i cattivissimi russi e siriani stanno compiendo un massacro...

Brando ha detto...

Segnalo questa testimonianza dell'Arcivescovo di Aleppo alla Commissione Affari Esteri del Senato sulla situazione nella zona ovest. I nostri media l'hanno ignorata. https://www.youtube.com/watch?v=3qEbgAkuQ1U

Unknown ha detto...

Si hai ragione: e' chiaro che tra i 'moderati' la maggioranza sono mercenari, di necessita' da salvare altrimenti chi si arruolerebbe piu', anche ben pagato ? La verita' l'e' morta...

roberto ha detto...

Il potere non può assolutamente fare a meno della propaganda e il controllo dei media "deve" essere ferreo. Non ci viene detto ma l'attenzione al condizionamento mentale è altissima. Lo spiega brillantemente l'ottima Solange Manfredi nel suo libro "Psyops" e anche Giovanni Fasanella, topo di archivi di stato. Nel suo libro-bibbia " Colonia Italia" si trovano decine di esempi documentatissimi sul controllo che gli anglo-americani hanno tutt'ora sul sistema informativo del nostro disgraziato paese. L'elenco dei giornalisti a libro paga delle varie agenzie straniere è impressionante, credetemi, impressionante oltre ogni immaginazione. Ben dice Fulvio a riguardo della distruzione delle Tv di paese aggrediti da nazi-fascismo Nato (North Atlantic Terrorism Organization).
Buona domenica

gunther blumentritt ha detto...

Trovo che la Siria sia un'entita' geografica inutile: andrebbe smembrata e divisa in tre parti, una da dare alla Turchia, una ai poveri curdi che avrebbero cosi' finalmente una patria, una ai palestinesi perseguitati dagli israeliani. Si commetterebbe cosi' una piccola ingiustizia sanandone pero' tre piu' grandi.

Fulvio Grimaldi ha detto...

gunther blumentritt@
Ogni tanto in questo blog s'insinua un miserabile provocatore e, come è nel loro Dna, trattasi del solito talmudista. Non ha fatto che riproporre il criminale disegno di Oded Yinon, del 1982, adottato come strategia d'espansione dai nazisionisti del Grande Israele. Che Zeus li fulmini.

Anonimo ha detto...

Prima o poi arriva l'ora del conto anche per quelli convinti di esser il leone ( che fa rima con te). Più facile che dividano casa tua in 3 parti e che le regalino in giro
Leonardo

francesco ha detto...

Caro Gunther Blumentritt,
Sono perfettamente d'accordo con te. La Siria è veramente un'entità geografica inutile. Ma non come intendi tu...Spero di vivere abbastanza a lungo da vedere il giorno in cui verranno cancellati i confini tracciati dai colonialisti e istituita un'unica Repubblica Araba Unita. Dall'Atlantico al Golfo, come diceva Michel Aflaq.
Salutami la combriccola di Sion.